fbpx

Pattini a 3 o 4 ruote?

Ad un semplice sguardo sembrerebbe che la differenza sia proprio nel numero delle ruote, ma in realtà c’è molto di più! 

I Triskates così chiamati sono il risultato di una continua ricerca e sperimentazione che inizia sin da metà anni 90. Pensate che i primi pattini in linea quantomeno quelli da corsa avevano ben cinque ruote, poi grazie alla ricerca e al connubio tra biomeccanica e tecnologia si ha avuto l’evoluzione del pattino stesso passando alle quattro ruote leggermente più grandi e oggi si è in grado di avere un pattino per ogni disciplina e per ogni tipologia di atleta.

Quindi ritornando al nostro quesito e secondo la mia esperienza diretta, la differenza sta innanzi tutto secondo l’uso che se ne deve fare.

Partiamo da una considerazione generale, ovvero che a parità di lunghezza del telaio un triskates ha ruote più grandi e questo non vuol dire necessariamente che sia più veloce di un pattino a quattro ruote, ma che le ruote più grandi offrono più superficie rotante quindi si percorrono più metri con una spinta. 

Un pattino a tre ruote inoltre è più maneggevole, e sopratutto molto più divertente 🙂

Il pattino a quattro ruote è oggi il pattino d’eccellenza nel settore velocità, l’unico sistema pattino che permette di avere una spinta efficace e raggiungere e mantenere velocità che tal volta superano i 50km/h! 

Nel settore fitness il quattro ruote si presenta sempre al massimo con ruote da 90 mm che si traduce in una lunghezza di telaio “fastidioso” da gestire se il vostro obiettivo non è la velocità. Ci sono anche con quattro da 76 o 80 mm ma avrai la sensazione di arrancare per scorrere.  

Ma se il vostro obbiettivo è quello di pattinare in diverse situazioni e anche allenarvi allora il Triskates è l’ideale!

Potete scegliere in base alla vostra abilità sui pattini ruote da 90, 100, 110 e 125 mm. Si fanno apprezzare per la loro versatilità e adatta in qualsiasi ambiente.

Certo alcuni pattini a tre ruote a prima vista spaventano per l’altezza, e vi capisco, perché l’altezza è una delle variabili che influenza la tecnica e infatti sino a qualche anno fa questi pattini erano ad appannaggio solo di chi era in possesso di una certa abilità. 

Ma ormai da qualche anno, la Powerslide ha brevettato un telaio che permette di abbassare l’altezza e renderla quasi al pari di un quattro ruote standard. Questo è il telaio Trinity che grazie ad un particolare fissaggio a tre punti, quelli standard sono a due punti, permette di abbassare notevolmente l’altezza data dalle dimensioni delle ruote. 

Questo permette quindi di avere ruote da 110 mm con altezza pari a un pattino con quattro ruote da 84mm. 

Questo ha permesso a tutti, anche a chi si avvicina per la prima volta, di utilizzare un Triskates.

Anzi, io nella mia scuola utilizzo i triskates per bambini e adulti e a tutti i mie allievi consiglio i tre ruote perché il fatto che siano facili da gestire permette di apprendere più velocemente 😉

I love to skate, i love triskates!

7 pensieri su “Pattini a 3 o 4 ruote?

  1. Nicola Cartoscella dice:

    Ciao Max!
    Pattino da sempre con pattini in linea a 4 ruote, ora però volevo togliermi lo sfizio del triskate! Ho solo paura che la frenata in slide sia meno potente e più difficile da gestire(dato il diametro molto maggiore dei classici)! Mi diresti le tue impressioni di frenata con il tuo triskate a confronto di un classico 4 ruote? Grazie

  2. Max Tibaldini dice:

    Ciao Nicola, bella domanda! Dunque premetto che per chi come me, si è formato nel settore velocità, le frenate slide sono sempre state un tabù, principalmente perché le ruote non dovevano subire nessun cambiamento per garantirci tenuta e appunto velocità, anche perché le slide con 4×110 beh..lascio a te immaginare 🙂
    Comunque naturalmente negli anni ne ho fatto di ogni e con svariati modelli di pattini.
    Da ormai qualche anno utilizzo solo triskates, lasciando il 4 solo quando alleno i ragazzi della velocità o quando io stesso devo partecipare a qualche gara.
    Naturalmente col triskates cambia qualcosa, e anche se le dimensioni delle ruote sembrano rendere impossibile alcuni movimenti, ti garantisco che è solo una sensazione che svanisce appena li indossi.
    Con i triskates puoi fare tutto, naturalmente dovrai solo adattare la tecnica al nuovo pattino, quindi per quel che riguarda una slide consisterà in un angolazione diversa da quella che utilizzi col 4.
    Parli di potenza di frenata, ma quella è una caratteristica che principalmente dipende da te, la tecnica va adeguata alla tipologia di pattino.
    In ogni caso un triskates ti farà divertire da matti, quelle tre ruote ti permettono un agilità che il 4 naturalmente non possiede, e la grandezza ti permette di assaporare la meraviglia nello scorrimento nel lungo.
    Quindi ti posso dire che prendi un triskates e divertiti anche con le slide, devi solo adattare la tua tecnica di frenata al pattino!
    E ricorda sempre che non esiste un pattino per tutto e tutti, ma un pattino per ogni esigenza;)
    Grazie e se vuoi sono sempre qui 🙂

  3. lorenzo branchetti dice:

    Vorrei regalare a mia figlia un paio di triskates, ora usa dei classici 4 ruote da principiante, quale modello consiglia per farla divertire senza cercare velocità particolari? Grazie

  4. Francesco dice:

    Ciao Max!! Mia figlia 7anni ha iniziato da qualche giorno il corso di rollerblade.. ho preso un paio di pattini da 60€ della Oxelo (anche perché poi non so se continuerà!!).. ma l’istruttore dice che questo tipo di pattini (declathon) non vanno bene in quando porta a pattinare con le gambe piegate (sui lati delle ruote).. ma possibile che con decathlon siamo a questi livelli?? Certo non sono prodotti professionali (io faccio ciclismo, e non compro niente da decathlon), ma arrivare a pattinare con le gambe “storte” mi sembra esagerato.. o c’è qualcosa di vero, e magari al momento meglio trovare un buon usato??
    Grazie

    • Max Tibaldini dice:

      Ciao! Non avendo riferimenti visivi mi viene difficile darti una risposta precisa, la Oxelo fa diversi modelli, in ogni caso pur non essendo un estimatore della Oxelo non la demonizzo, alcuni modelli per iniziare non sono male tipo il modello Fit. Certo dopo un po di mesi sono da cambiare perchè la scarpetta cede…Altri modelli da bambino “plasticosi” e rigidi per qualche mese si possono anche usare.
      Non so cosa intenda l’istruttore col fatto che “si piega verso le ruote”…in linea generale per pattinare bisogna piegarsi verso le ruote 😁 …naturalmente con alcuni distinguo…se la “piega” è verso l’interno non va bene!!! Se è verso l’esterno va già maglio ma bisogna vedere come gestisce il balance.
      Ti sconsiglio assolutamente l’usato! Sopratutto quando parliamo di bambini!
      Se hai piacere di approfondire l’argomento, sono qui 🙂

  5. Gianni dice:

    Ciao Max, nel calzare il pattino, il tallone del piede , deve stare perfettamente attaccato al pattino o puo`fare qualche movimento all insu`.
    Grazie e buona domenica
    Gianni

    • Max Tibaldini dice:

      Ciao Gianni! Partiamo dal fatto che il piede deve rimanere ben fasciato all’interno della scarpetta (vedi anche il mio articolo “come scegliere la misura del pattino”), in realtà non dovrebbe quindi ma staccarsi dalla suola, l’unico movimento concesso è quello dovuto al movimento anatomico del piede stesse stesso. Ovvero quel minimo movimento avanti e indietro indotto dal movimento dell’articolazione del ginocchio.
      Quindi ti dico, il tallone non deve muoversi su. Se questo avviene la possibilità che tu abbia un pattino più grande della tua taglia è molto alta, oppure un pattino allacciato male.
      Questo implica un lavoro scorretto sia in scarico della forza che sull’equilibrio in quanto useresti solo la punta del piede e non la pianta.
      Il mio consiglio è di verificare la taglia esatta, puoi farlo seguendo le indicazioni nell’articolo che ti ho indicato.
      Spero di esserti stato d’aiuto ma se hai necessità di ulteriori chiarimenti non esitare a scrivermi 🙂

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *